sabato 13 ottobre 2018

Se Liala arrivasse oggi a Vicenza, il principe sarebbe blu notte


Folgorata e La Pizia 
Un Principe... Blu Notte 
di redazione 
Nuova Uscita 
(Per Lettori di Rivalse Amorose e Commedie Romantiche) 

Lei è una spirited lady moderna
Una femminista stronza 


Una bionda e vivace avvocatessa cambia città, non dipenderà più dal padre che odia, né da qualsiasi uomo. Ma nell’antica Vicenza vive Ascanio, giovane progettista upperclass misantropo e di pelle nera. Qualcosa in quell’estate elettrica li avverte che ora sono vicini... 

  

Comincia così:

Un ragazzo nero con la t-shirt tesa intorno al lungo collo possente, la testa quasi rasata, il sorriso troppo bianco di dolcezza irresistibile, il corpo flessuoso, le braccia forti e gonfie sui bicipiti, la sua espressione intenta e meticolosa erano stati una visione. Il ragazzo solare chino e bellissimo sfumò gradatamente lasciandomi ad ansimare perplessa. Restai con i palmi ben aperti e schiacciati contro il vetro appannato della doccia cercando di  scacciare il sospetto di essere una sfigata cronica.


Ok, l’ultimo incontro ravvicinato con un essere maschile vivo risaliva a mesi prima quando, chiarito che non mi sarei fatta leccare da nessuna parte, silenziato a forza il sospetto che il rifiuto mirasse a evitare di mostrare e sottoporre a giudizio le mie parti intime, avevo infine optato con me stessa per una motivazione più divertente: non dover restituire il favore e succhiare un’appendice. Poi mi ero messa a cavalcioni dell’esemplare maschio e avevo fatto, con meno soddisfazione, ciò che ora avevo appena terminato di fare nella doccia. E con in più, la fatica di dover credere interessanti le chiacchiere del tizio!

Ma no, non ero un fallimento deprimente, un sacco di ragazze hanno problemi con l’orgasmo. Buttai fuori la lingua e feci un versaccio per non contemplare di essere un caso disperato con quella incapacità di arrivare da qualche parte, se non provvedendo in prima persona, con quei miei tentativi pietosi di ignorare la tristezza di considerare gli esseri umani maschi del tutto intercambiabili.

Strofinai il modello in silicone sotto il getto dell’acqua, nuova generazione di spazzolini da denti elettrico con quella sua forma sexy: più pratico dei ragazzi, meno complicazioni, disponibile al bisogno e risultato assicurato. Ingoiai il fastidioso magone in fondo alla gola. Un brivido gelato mi scosse le spalle nell’aria satura di vapore, come se fosse una banale reazione fisica, nonostante il calendario segnasse il trenta giugno e, a Bassano, l’aria del pomeriggio fosse già estiva. 

Non avevo certo bisogno di uomini nella mia vita, mi ripetei, col pensiero a quello stronzo di mio padre, e strinsi i pugni per non indugiare in fantasie romantiche. L’uomo meraviglioso dei miei sogni doveva restare solo un fantasma delle docce. Niente fantasticherie su braccia calde e forti che ti avvolgono in un calore profondo capace di dissipare la solitudine brinata nel petto, grugnii alla tizia nuda nello specchio.............. 

Link all'acquisto:

Logo Amazon
Link attivo VOLUME CARTACEO

(edizione digitale per tutti i tipi di lettori elettronici)

€ 4,90

 
kindle135
Link attivo

kobo-logo

Link attivo



apple-ibooks logo
Link attivo


Nessun commento:

Posta un commento